in

Collegamenti hackaday: 19 giugno 2022

Il James Webb Space Telescope ha compiuto un viaggio lungo e talvolta doloroso dal suo primo concepimento fino al suo arrivo finale al punto L2 di Lagrange e alla successiva messa in servizio. A parte la fluida sequenza di lancio e dispiegamento, le cose raramente sono andate bene per il telescopio, che ha subito quasi ogni immaginabile umiliazione burocratica, scientifica e tecnica durante il suo sviluppo. Ma ora è il momento di vedere cosa può fare questa cosa, quasi. La NASA ha annunciato che il 12 luglio sarà l’Image Release Day, che servirà come debutto pubblico di Webb. Il relativo silenzio radio della NASA su Webb da quando è stato completato l’allineamento dello specchio – a parte, ovviamente, la recente collisione di micrometeoroidi – suggerisce che l’agenzia è stata impegnata con progetti “First Light”. Quindi c’è una buona ragione per sperare che le prime immagini pubblicate di Webb siano piuttosto spettacolari. Le immagini verranno pubblicate alle 10:30 EDT, quindi segna i tuoi calendari e preparati a essere stupito. Auspicabilmente.

A quanto pare, sedersi su una barca in mezzo all’oceano, anche se è costruito come un hotel di lusso, può diventare piuttosto noioso. Questa è la tacita ammissione della compagnia di crociere Royal Caribbean, che è sinceramente interessata a ottenere il servizio satellitare Starlink sulla sua flotta di navi da crociera. Tanto che stanno lavorando con Starlink e hanno presentato una petizione alla Federal Communications Commission per accelerare il processo di approvazione di Starlink per l’uso nei veicoli in movimento. La FCC attualmente vieta questo caso d’uso, cosa che troviamo un po’ sorprendente dal momento che i clienti Starlink terrestri, secondo quanto riferito, possono pagare un sovrapprezzo per la “modalità RV”, che consente loro di trasferire il proprio terminale. C’è una linea sottile tra l’utilizzo del servizio a più fermate lungo un percorso e l’utilizzo durante la guida, quindi forse Royal Caribbean realizzerà il loro desiderio. Personalmente, l’aggiunta di una connessione Internet sembra l’ultima cosa che ci attirerebbe effettivamente a bordo di una nave da crociera, ma ehi, qualunque cosa la tua barca galleggi.

Quindi sei riuscito a comprare un’auto nuova – un bel trucco considerando come la terra desolata di Tumbleweed sporca la maggior parte dei lotti di auto in questi giorni – e in qualche modo sei riuscito a riempire il serbatoio del gas. Qual è il prossimo passo del tuo viaggio verso l’ospizio? Perché non portare una targa digitale sulla tua nuova auto per soli $ 25 in più al mese? La società che produce queste targhe, Reviver, afferma che le loro offerte sono legali per i veicoli registrati in California, Arizona e ora Michigan e sono legali per l’uso attraverso i confini statali. Sembrano essere basati sulla tecnologia e-ink, il che significa che stai ottenendo solo una resa monocromatica della targa dello stato – che, nel caso della targa standard dell’Arizona, è un po’ un peccato. Reviver afferma che ci sono tutti i tipi di vantaggi nel pagare una quota di abbonamento mensile per avere uno dei loro tratti distintivi, come ad esempio: B. Telematica abilitata per GPS per rintracciare un veicolo rubato. Diciamo che è più probabile che il disco stesso venga rubato e, sebbene non lo promuoveremo, non vediamo l’ora che arrivino gli inevitabili smontaggi quando queste cose colpiranno il mercato secondario.

Siamo stati scettici sul futuro degli aerei elettrici, in gran parte a causa dei dubbi che la tecnologia delle batterie raggiungerà mai un rapporto peso/potenza tale da rendere praticabile qualcosa di simile a un aereo passeggeri elettrico. Ma se guardiamo questo video, potremmo riconsiderare quella posizione. Costruito da Lilium, l’aereo mostra il velivolo elettrico a decollo e atterraggio verticale (eVTOL) durante la sua prima transizione in volo. L’aereo da sette passeggeri, dotato di 36 ventole alimentate elettricamente in flap mobili sul bordo d’uscita delle sue ali e canard anteriori, decolla verticalmente ma poi passa dolcemente al volo in avanti, la portanza generata esclusivamente dalle sue ali diventa. È piuttosto grazioso e l’aereo stesso è bellissimo. La compagnia afferma che impiegherà un carico completo di passeggeri 175 km con le sue capacità VTOL, o leggermente più lontano se può atterrare senza vettore di spinta. Un simile velivolo elettrico potrebbe rendere tecnicamente possibile “Uber Air” e avere un enorme impatto sul trasporto regionale di passeggeri e sul trasporto aereo di merci.

E infine, il nostro amico Alberto Caballero ha inviato la notizia di una copia anticipata di un documento su cui sta lavorando che, a seconda di come guardi le cose, potrebbe servire solo come carburante per gli incubi. Il documento, intitolato “Estimating the Prevalence of Malicious Extraterrestrial Civilizations”, mira a valutare il rischio relativo degli sforzi attivi del SETI volti a “raggiungere e toccare qualcuno” nella galassia. Dato che il 100% delle civiltà conosciute nella galassia sono chiaramente malvagie, e meno di tutte occasionalmente, sembra che le probabilità che noi ci annunciamo ai cattivi galattici siano piuttosto alte. Ma Alberto, un astronomo che guida l’Habitable Exoplanets Hunting Project ed è venuto su Hack Chat qualche tempo fa, calcola che hai circa 100 volte meno probabilità di essere attaccato da alieni dannosi rispetto alla Terra che viene attaccata da un dispositivo d’urto Chicxulub che viene colpito. uff! I dettagli alla base di questa conclusione sono interessanti e vale la pena leggere il documento per vedere come è arrivato a questa conclusione.

Abbiamo uno sguardo trapelato sulle future missioni lunari della NASA e sui probabili ritardi

La Nasa inizia a disattivare la Voyager dopo 50 anni