in

Boris Johnson strappa il libro delle regole sul clima mentre cerca di sostituire la fornitura russa di petrolio e gas | notizie sul clima

La Russia fornisce circa l’8% dei prodotti petroliferi britannici e meno del 5% del suo gas.

Non siamo esposti come i nostri Colleghi europei che si affidano molto di più alla Russiasoprattutto per il gas, ma svezzare quel paese dagli idrocarburi di Vladimir Putin sarà ancora una sfida.

Ecco perché Boris Johnson si trova nella sfortunata posizione di recarsi in Arabia Saudita, paese che ha recentemente giustiziato 81 persone in un giorno, per richiedere cure alternative.

Colloqui di pace “abbastanza buoni” mentre Zelenskyy indica la concessione della NATO – Ucraina aggiornamenti in tempo reale

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

Come la Russia influisce sulle nostre bollette energetiche

Ed è per questo che il governo si sta affrettando a definire i dettagli di una nuova strategia di sicurezza energetica del Regno Unito.

Ciò comporterà probabilmente nuovi investimenti e impegni per le energie rinnovabili.

Solare, idroelettrico ed eolico insieme hanno rappresentato quasi il 45% del mix energetico del Regno Unito il mese scorso.

Il governo vuole che quel numero sia più alto.

Insieme all’energia nucleare, che rappresentava quasi il 15% del mix energetico a febbraio, queste fonti di energia non sono vulnerabili a un mercato globale di petrolio e gas volatile.

Sono visti come l’unico modo a lungo termine per affrontare tre sfide critiche: abbassare i prezzi dell’energia, aumentare la sicurezza energetica e affrontarle cambiamento climatico.

Per saperne di più: Extinction Rebellion prevede di bloccare le raffinerie di petrolio il mese prossimo per prendere posizione contro i combustibili fossili

Ma ci vorrà del tempo per aumentare la fornitura di energia rinnovabile, e in particolare l’energia nucleare, che funzionerà in un arco di tempo di decenni, non di giorni.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video più accessibile

Protesta per il clima fuori dai BAFTA

E quindi c’è da aspettarsi che il governo promuova nuovamente la produzione di petrolio e gas nel Mare del Nord.

Dovrebbe essere molto, molto scomodo per gli attivisti per il clima, l’ala verde del Partito conservatore, le banche del lavoro e altri.

Non solo sentiranno che infrange lo spirito della conferenza sul clima COP26, ma sapranno anche che le Nazioni Unite e l’Agenzia internazionale per l’energia sono state inequivocabili.

Per saperne di più: l’Europa si è affrettata a trovare un modo per liberarsi dalla sua forte dipendenza dal gas russo

Per mantenere gli obiettivi di riscaldamento globale a portata di mano, non ci deve essere una nuova estrazione di combustibili fossili.

Ma il regolamento è stato strappato e in questo momento Boris Johnson è più concentrato sulla riduzione del potere di Putin che sulla sua posizione di leader mondiale del clima.

Le suppliche di Meena Jutla di Emmerdale vengono rivelate

Android 13: Nuovo materiale Stili di temi a colori dinamici