in

Auto elettrica: il regime di sovvenzioni governative è stato esteso poiché i conducenti potrebbero risparmiare £ 16.000 su un veicolo elettrico

Il Dipartimento dei trasporti si è impegnato a prorogare di due anni le sovvenzioni per furgoni e camion plug-in per dare alle aziende un grande impulso. La mossa dovrebbe sostenere l’acquisto di decine di migliaia di furgoni e camion elettrici più ecologici e contribuire a rendere il Regno Unito meno dipendente dalle importazioni di petrolio dall’estero.

Si spera che questo migliorerà la sicurezza dell’approvvigionamento energetico britannico e ridurrà la “vulnerabilità alle fluttuazioni dei prezzi globali dell’energia”.

I dati del settore dell’anno scorso hanno mostrato che il Regno Unito ha avuto il maggior numero di furgoni elettrici plug-in venduti in Europa e il numero di richieste di finanziamento è stato circa quattro volte superiore rispetto al 2020.

Le sovvenzioni esistenti hanno sostenuto l’acquisto di oltre 26.000 furgoni e camion elettrici in tutto il Regno Unito da quando il programma è iniziato nel 2012.

Con quasi il cinque per cento delle emissioni di CO2 del Regno Unito attualmente provenienti dai furgoni, estendere queste sovvenzioni per due anni e passare a veicoli più ecologici è essenziale per sostenere gli impegni del governo sui cambiamenti climatici e sulla qualità dell’aria.

LEGGI DI PIÙ: Le nuove normative sul diesel che entrano in vigore ad aprile sono un “furto di denaro”

Ha detto: “In un momento in cui i prezzi del carburante sono ai massimi storici, è bello vedere il governo sostenere le aziende per passare all’elettricità.

“Non solo questo sarà più economico a lungo termine, ma aiuterà anche a ridurre le emissioni sulle nostre strade, dai generi alimentari nei nostri supermercati agli ordini online consegnati direttamente a casa nostra. È importante che questi viaggi siano condotti in modo ecologico e rispettoso dell’ambiente.

“Sebbene questa sia una buona notizia sia per le grandi che per le piccole imprese, vorrei vedere il supporto per i conducenti che effettuano il passaggio per procedere in modo sostenibile.

“Senza i giusti incentivi, rischiamo di diventare una nazione divisa quando si tratta di adozione di veicoli elettrici e, poiché i prezzi del carburante aumentano alla pompa, dovremmo incoraggiare più persone ad acquistare veicoli elettrici assicurando che siano in atto i giusti incentivi e le giuste infrastrutture sostenere le persone in questo percorso”.

Per garantire che i finanziamenti e il denaro dei contribuenti vadano dove è veramente necessario e per supportare la transizione verso veicoli a emissioni zero, dalla primavera verranno riclassificati anche i criteri di ammissibilità per le sovvenzioni per i veicoli plug-in esistenti, con particolare attenzione ai veicoli più pesanti.

Con il numero crescente di furgoni di grandi dimensioni sul mercato, la mossa assicurerà al governo il supporto dove è più necessario, consentendo agli autocarri più pesanti e costosi, fino a 12 tonnellate, di beneficiare dell’aumento del finanziamento delle sovvenzioni.

Che cos’è, il mio telefono è a rischio e cosa posso fare?

Aston Martin svela il nuovo V12 Vantage… ed è già sold out