in

Assegnato un nuovo contratto ferroviario a Go-Ahead etichettato come ‘uno scherzo malato’ | industria ferroviaria

Il gruppo di trasporti Go-Ahead si è aggiudicato un nuovo contratto per gestire la più grande rete ferroviaria per pendolari della Gran Bretagna, una settimana dopo essere stato multato di 23,5 milioni di sterline per aver trattenuto ingiustamente 50 milioni di sterline di denaro dei contribuenti da un altro franchising.

I sindacati hanno affermato che era uno “scherzo malato” che la joint venture del gruppo Govia avesse ricevuto un accordo triennale per continuare il franchise di Thameslink, Southern e Great Northern, che serviva circa un milione di passeggeri un giorno prima di Covid.

Govia, una joint venture guidata da Go-Ahead con l’azienda francese Keolis, è stata bandita dal franchise sudorientale lo scorso settembre per “violazioni della buona fede”.

La multa di 23,5 milioni di sterline che la società è stata inflitta dal Dipartimento dei trasporti per non aver rispettato il sud-est è stata inferiore ai 30 milioni di sterline che aveva stanziato. Il prezzo delle azioni di Go-Ahead è aumentato del 20% nell’ultima settimana a causa della riduzione della multa e delle voci di un nuovo premio.

Il direttore finanziario del gruppo, Elodie Brian, che è stato il direttore finanziario di Southeastern durante il periodo di punta del 2014-2019, si è dimesso lo scorso settembre quando è emerso lo scandalo. Anche il CEO di Go-Ahead David Brown si è dimesso.

Da allora le indagini hanno riscontrato ulteriori irregolarità nel sud-est risalenti al 2006. Go-Ahead alla fine ha rimborsato 51,3 milioni di sterline, inclusi gli interessi, del denaro trattenuto erroneamente come pagamenti in eccesso dal DfT. Il caso è stato deferito all’Ufficio per le frodi gravi.

Sebbene i direttori senior lavorassero in entrambi i franchise, un’indagine condotta dai presidenti di Go-Ahead e Keolis non ha trovato prove che la Govia Thameslink Railway avesse problemi contabili simili a quelli di Southeastern.

Il segretario generale di RMT Mick Lynch ha dichiarato: “Shapps lo ha fatto dopo essere stato rassicurato sul fatto che Go-Ahead è al sicuro con il denaro pubblico sulla base di un rapporto preparato dalle stesse persone che hanno derubato il pubblico in primo luogo.

“Questa è stata una decisione del tutto inutile, guidata da una fissazione ideologica sull’avidità e sul profitto, poiché l’operatore di ultima istanza che ha raccolto il relitto del franchising sud-orientale di Govia era pronto e in attesa di prenderlo e gestirlo nel settore pubblico”.

Il segretario generale della TSSA Manuel Cortes ha affermato che la mossa è stata “incredibile”, aggiungendo: “Shapps sta buttando soldi buoni dopo cattivi”.

Il nuovo contratto decorre dal 1 aprile 2022 e ha una durata minima di tre anni con eventuale proroga di tre anni. Go-Ahead è l’ultima società privata del Regno Unito a gestire una rete ferroviaria del Regno Unito, con l’operatore statale di Last Resort ora responsabile per il nord e l’LNER oltre che per il sud-est.

L’operazione è un contratto di gestione che, a differenza dei contratti di franchising, non comporta alcun rischio di costo per l’operatore. La Govia Thameslink Railway, o GTR, riceve una tariffa fissa di 8,8 milioni di sterline all’anno e fino a 22,9 milioni di sterline aggiuntivi se vengono raggiunti gli obiettivi di performance. Il massimo di 31,7 milioni di sterline rappresenta un margine di circa l’1,85%, ha affermato Go-Ahead.

Il segretario alle ferrovie Wendy Morton ha dichiarato: “Con i loro piani per migliorare la puntualità, l’affidabilità e l’accessibilità dei loro servizi lavorando a stretto contatto con Network Rail, siamo orgogliosi di collaborare con GTR per creare un servizio davvero incentrato sui passeggeri”.

Christian Schreyer, amministratore delegato di Go-Ahead, ha dichiarato: “La priorità assoluta è ricostruire il numero di passeggeri dopo la pandemia di COVID-19. Go-Ahead porterà il suo acume commerciale e la sua esperienza internazionale per riportare le persone in carreggiata”.

La famiglia reale ha condiviso una foto dell’incoronazione della regina e ne condividerà altre per celebrare il conto alla rovescia per l’anniversario

Microsoft non bloccherà gli sforzi sindacali ad Activision Blizzard • Eurogamer.net