in

Alexa Chung chiude il marchio di moda citando condizioni “sfidanti” | industria della moda

La famosa conduttrice televisiva e influencer Alexa Chung ha annunciato che chiuderà il suo omonimo marchio di moda dopo cinque anni a causa delle pressioni economiche causate dalla pandemia.

L’etichetta, che ha esposto due volte alla London Fashion Week e ha recentemente collaborato con Barbour, non sta entrando in amministrazione, ma sta “finendo”, dice Chung. I capi della collezione Barbour saranno disponibili sul sito ufficiale del brand fino alla fine del mese.

Chung ha notato su Instagram che la decisione di smettere “non è stata presa alla leggera”, dicendo: “L’esperienza di avviare un’attività in proprio ed essere al top è stata gratificante e spesso gioiosa, ma gli ultimi anni sono stati piccoli e stimolanti indipendenti aziende e la nostra non fa eccezione”.

La modella diventata stilista era riluttante ad assumere il braccio di e-commerce della sua etichetta, secondo Women’s Wear Daily. È stato riferito che Chung “farebbe le cose in modo diverso” se ricominciasse.

Chung nel backstage della London Fashion Week nel febbraio 2019.
Chung nel backstage della London Fashion Week nel febbraio 2019. Foto: Gareth Cattermole/BFC/Getty Images

Dopo una carriera come modella e come presentatore su Popworld di Channel 4, Chung è diventato parte integrante della nuova scena rave, frequentando artisti del calibro di Faris Badwan degli Horrors e Alex Turner degli Arctic Monkeys. Nel 2017 ha fondato il suo marchio di moda.

La prima sfilata di Chung alla London Fashion Week è stata un successo e Jess Cartner-Morley del Guardian l’ha descritta come un “maschiaccio londinese” che incontra lo “chic parigino”. L’etichetta è diventata famosa per i suoi capispalla e, sebbene fosse in stock da Selfridges e Bergdorf Goodman, i problemi della catena di approvvigionamento hanno colpito l’attività di Chung durante la pandemia.

Mentre alcune importanti linee di abbigliamento, comprese quelle di Kim Kardashian West (SKIMS) e Kanye West (Yeezy), hanno riscontrato successo commerciale, i fallimenti superano i trionfi. Rihanna ha chiuso la linea prêt-à-porter della sua linea Fenty l’anno scorso e l’etichetta di Victoria Beckham stava lottando finanziariamente.

Il look distintivo di Chung è stato un pilastro della moda degli anni 2010. Il suo look alla Jane Birkin, che combina capelli disordinati con camicie con colletto a torta, jeans attillati e ballerine, ha spinto Mulberry a intitolare una borsa a lei nel 2010. Più recentemente, il suo stile è stato caratterizzato da mosse estetiche sulla piattaforma di social media TikTok: #indiesleaze e il “twee revival”.

“La moda in particolare purtroppo soffre di un tasso piuttosto alto di persone che stanno davvero lottando”, ha detto Chung a Vogue l’anno scorso. “Ecco perché è più importante che mai avere persone intorno a te che ti supportano”.

Samsung annuncia la sua prima TV OLED QD, i prezzi delle azioni per la lineup 2022

Horizon Forbidden West e i quattro cavalieri di cattiva caratterizzazione