in

Ai giovani verrà prescritto il surf e il ballo dal SSN per aiutare con l’ansia | Salute mentale

I giovani parteciperanno a surf, pattinaggio e giardinaggio per vedere se lo sport, l’arte e le attività all’aria aperta possono renderli meno ansiosi e depressi.

NHS Mental Health Trusts utilizzerà le attività per aiutare 600 giovani nelle loro liste di attesa per l’assistenza come parte di uno studio sul fatto che la “prescrizione sociale” aiuti a migliorare il benessere mentale.

Le persone di età compresa tra gli 11 ei 18 anni in 10 parti dell’Inghilterra possono anche prendere parte a danza, musica, sport ed esercizio fisico e frequentare club giovanili durante il processo, guidato da accademici dell’University College London.

Se la partecipazione ha successo, il SSN può cercare di rendere disponibili tali attività in tutta l’Inghilterra per aiutare le molte migliaia di giovani che stanno affrontando mesi di ritardi nell’accesso a cure formali che le loro condizioni spesso si manifestano in peggioramento.

“La salute mentale dei giovani è una delle maggiori sfide che il SSN deve affrontare”, ha affermato il dott. Daisy Fancourt, l’esperta di salute mentale dell’UCL che ha condotto lo studio. “Attualmente, molti giovani indirizzati ai servizi di salute mentale per bambini e adolescenti devono affrontare lunghe attese, durante le quali più di tre quarti sperimentano un deterioramento della propria salute mentale.

“La prescrizione sociale ha il potenziale per supportare i giovani mentre aspettano, fornendo accesso a una gamma di attività creative e sociali che potrebbero aumentare la loro fiducia, autostima e reti di supporto sociale”.

Fancourt e il suo team valuteranno quanti giovani partecipano, se tali attività possono essere rese disponibili e quali sono i costi. I partecipanti possono scegliere quali attività desiderano provare, supportati da un Link Worker o “Buddy” in collaborazione con 10 NHS Mental Health Trusts.

Questo approccio è già stato testato in un piccolo studio condotto a Luton, Sheffield e Brighton & Hove nel 2018-2020, ma lo studio condotto dall’UCL sarà il più ampio fino ad oggi.

La valutazione finanziata dal governo di questo progetto pilota ha rilevato che la partecipazione ha migliorato il benessere personale e mentale dei giovani, soprattutto tra coloro che all’inizio si sentivano peggio, e ha ridotto la solitudine.

I partecipanti hanno affermato: “I lavoratori collegati hanno contribuito ad aumentare il loro senso di autonomia, a ridurre il loro senso di stigma sui problemi di salute mentale e a colmare una lacuna nell’erogazione di servizi di salute mentale fornendo un accesso quasi istantaneo al supporto offerto emotivo non clinico”. trasporto e costi per alcune attività si sono rivelati problematici.

I medici di famiglia utilizzano sempre più la “prescrizione sociale” – inclusi giardinaggio, sessioni di bingo e lezioni di ballo – come alternativa agli antidepressivi per i pazienti adulti che sono soli o depressi. Tuttavia, una recente ricerca pubblicata sulla rivista medica BMJ Open ha sollevato seri dubbi sulla sua efficacia.

Tuttavia, Fancourt ha insistito sul fatto che la prescrizione sociale aveva “un enorme potenziale” e “potrebbe aiutare ad affrontare i fattori determinanti della malattia mentale, ridurre lo stigma e la vergogna talvolta associati ai problemi di salute mentale e dare ai giovani la scelta e il controllo sui loro”. .

L’Organizzazione Mondiale della Sanità sostiene l’attività fisica, soprattutto all’aperto, come aiuto per la salute fisica e mentale.

“La prescrizione sociale, che coinvolge attività come esercizio, giardinaggio e musica, è un modo davvero eccitante per migliorare il benessere mentale. Esamina le persone in modo olistico e cerca di trovare modi non medicalizzati per aiutarli a superare le sfide che potrebbero incontrare”, ha affermato Olly Parker, direttore degli affari esterni dell’organizzazione benefica YoungMinds.

“Tuttavia, non può sostituire altre forme di supporto come la terapia della parola”.

Ha aggiunto: “Precedenti studi sulla prescrizione sociale hanno prodotto risultati positivi, con i partecipanti che hanno riferito un maggiore benessere, e non vediamo l’ora che vengano intrapresi ulteriori lavori per vedere quali ulteriori benefici questo approccio offre a bambini e giovani”.

Lo studio dell’UCL è finanziato dal Prudence Trust, un ente di beneficenza che concede sovvenzioni incentrato sui servizi di salute mentale dei giovani.

I detective della scienza risolvono il mistero secolare della scoperta del meteorite marziano

La ISS ha dovuto manovrare di nuovo fuori dai detriti del satellite russo